CHI SIAMO

Il nostro approccio è un viaggio senza fine.
Esploriamo e progettiamo sistemi di identità dinamiche. So, we design.

Cappelli Identity Design team

Fondata a Roma nel 2010 dal Direttore Creativo Emanuele Cappelli, Cappelli Identity Design è uno studio di design strategico che opera in tutto il mondo e nel 2021 ha aperto una nuova sede in Torino all’interno dell’hub europeo di innovazione OGR Tech.

Grazie ai due dipartimenti di Design e Strategy – due visioni che lavorano in parallelo, influenzandosi e interagendo tra loro continuamente – realizza progetti che vanno dall’identità di brand allo sviluppo di strategie di marketing e comunicazione integrata. 

I valori e le persone rendono lo studio Cappelli Identity Design un luogo di scambio e di continua contaminazione ma ciò che lo differenzia dagli altri è il suo metodo. Il Dynamic brand è un nuovo modo di progettare, nasce dalla relazione con lo spazio e il tempo e mira a costruire una dialogo con le persone attraverso il racconto dell’identità del brand e della sua mutevolezza. Tutto questo nel 2022 è diventato un libro edito da Skira.

MEMBERSHIP
AIGA
TEAM
Emanuele Cappelli
Designer & Founder
Arianna Cappelli
Head of Strategy
& Client Director
Fabio Zanino
Head of Communication
& External Relations
Paola Galdi
Education & Development Manager
Marianna Abbate
Content & Community Specialist
Stefano Bellucci Sessa
Experience Strategist
Beatrice Bertinazzi
Social Media Specialist
Anna Caruso
Digital Project Manager
Domenico Casamassima
Project Manager
Gabriele Colantuoni
Digital Strategist
Noemi Danzi
Social Media Specialist
Lara Fanelli
Project Manager
Matilde Francia
Designer
Lorenzo Iervolino
Copywriter
Maria Jellyman
Designer
Lidia Matarazzo
Designer
VALORI

Sostenibilità sociale

RUFA CONTEST FRANCIS KERE
Ogni azione umana è un segno nell’ambiente e nella società. Cappelli Identity Design ha un approccio sostenibile verso l'ambiente sociale ed emotivo. Un impegno quotidiano che partecipa al rispetto di un sistema giusto e democratico.

Integrazione

Cappelli Identity Design è fatta di persone, identità e culture diverse che disegnano insieme un totale liquido, flessibile ma disciplinato, sempre aperto alla contaminazione e allo sviluppo integrato.

Ricerca

RUFA CONTEST SHIRIN NESHAT
Cappelli Identity Design promuove il design e il suo sviluppo progettuale, tecnico e culturale attraverso la ricerca che sostiene iniziative sperimentali, innovative e inclusive.

Curiosità Random

Clicca qui per conoscere un fatto strano su di noi (che probabilmente non ti interessa)
La prima carriera intrapresa dal nostro CEO Emanuele è stata il calciatore professionista.
Quando il nostro CEO Emanuele era un bambino adorava disegnare cavalli.
Arianna, all'età di 9 anni, sognava di fare un viaggio in Nepal da sola.
Arianna ha quasi completato l'inserimento della piccola Miriam nella scuola materna. Passo successivo? Dormire almeno una notte.
La domenica, Emiliano lascia il computer e accende il forno, preparando ottimi dolci con sua figlia Ginevra.
Andrea ha una specie di Ommatofobia: non riesce a vedere nessuno toccarsi gli occhi senza sentirsi male. Eppure li disegna continuamente.
Andrea odiava la grafica durante l'università. Superò quegli esami solo alla fine del suo percorso. Adesso? È il nostro Art Director.
Max rende al meglio con in mano una chitarra ESP.
Max ha un dottorato in Scienze Filosofiche e Sociali. E adora l'astrobiologia.
Diego ha vissuto a Tokyo e, sebbene non sia un bevitore, lavorava part-time come sommelier.
In Cappelli Identity Design, tutti i lavori dal pollice verde sono realizzati - per vocazione e abilità - da Diego: the green boy!
Giulia M. è alta 182 cm e gioca come Centrale in una squadra di pallavolo.
Giulia M. ama lavorare ascoltando musica. Ha un orecchio molto allenato visto che è anche una batterista rock-progressive.
Ci sono foto in cui Simona cammina sull'acqua. Già visto? Si forse!
Di giorno Simona sembra sempre molto seria. Ma la sera le piace imitare animali, persone e dialetti in un gruppo di teatro comico.
Invece di spendere soldi per pennini calligrafici, Giovanni li crea con bastoncini di legno e un pezzo di vaso.
Giovanni è ancora alla ricerca di un equilibrio... ma nel frattempo si dimostra molto stabile nel camminare sulle corde (conosci slackline?)
Giulia T. ha un'ossessione per i segni zodiacali. Ma crede nell'oroscopo solo se riesce a raggiungere i suoi obiettivi.
La nostra Giulia T. ritiene che il miglior segno zodiacale sia il Capricorno e che il 2020 andrà molto bene.
Alessandra odia i punti esclamativi, i puntini di sospensione, le "e" erroneamente accentate e le virgole a caso.
Alessandra è Pesci ascendente Pesci, e crede che il segno zodiacale più bello sia quello.
PARTNERSHIP